Pizza di scarola

Pizza di scarola

  • Difficoltà media
  • Tempo 4 ore
  • Dosi per 8 persone
  • Costo basso

INGREDIENTI

Per la pasta per pizza:

  • 500g di farina Selezione Casillo Tipo Zero 
  • 100g di lievito madre rinfrescato oppure 4-5 g di lievito di birra
  • 300g di acqua
  • 10g di sale
  • 1 cucchiaio di strutto o 2 di olio
  • 1 cucchiaino di zucchero

 

Per il ripieno:

  • 3 cespi grandi di scarola
  • 50-70g di olive nere di Gaeta
  • 5-6 filetti di acciughe
  • un cucchiaio abbondante di capperi
  • sale q.b.
  • olio extra vergine di oliva
  • uno spicchio d’aglio

Prodotti utilizzati

Tipo Zero

PROCEDIMENTO

Versate l’acqua a temperatura ambiente nella ciotola della planetaria, unite il lievito madre (o il lievito di birra), lo zucchero e 1/4 circa della farina. Cominciate a lavorare l’impasto con il gancio, aggiungendo a cucchiaiate altra farina. Continuando a lavorare, unite il sale, altra farina e infine l’olio o lo strutto, aggiungete la restante farina e lavorate fino a quando l’impasto comincerà a staccarsi dalle pareti della ciotola. Se non avete la planetaria, seguite lo stesso procedimento, lavorando energicamente l’impasto per almeno 15 minuti.

A questo punto, rovesciate l’impasto su un piano leggermente infarinato e continuate a lavorarlo schiacciandolo con la punta delle dita per stenderlo, per poi arrotolarlo su se stesso. È un impasto molto soffice e un po’ appiccicoso, va bene così, non fate l’errore di aggiungere troppa farina, si asciugherà con il riposo. Date la forma di una palla e fate riposare l’impasto per 15 minuti circa, coperto con una ciotola.

Quindi riprendetelo e di nuovo schiacciatelo con le dita e arrotolatelo su se stesso, formando delle pieghe.
Mettete l’impasto in una ciotola, coprite e lasciatelo lievitare in un luogo non troppo caldo al riparo da correnti d’aria fino a quando avrà raddoppiato il suo volume. Se preferite l’impasto può essere messo in frigo dove avrà una lievitazione molto più lenta (24 ore e più). In questo caso, ricordatevi però di tirarlo fuori almeno un paio di ore prima di stenderlo.

Intanto, lavate la scarola, tagliatela a pezzi e scottatela per due minuti in pochissima acqua bollente salata, scolatela e raffreddatela in acqua e ghiaccio.

A parte dissalate i capperi e le acciughe e snocciolate le olive.
Mettete una padella sul fuoco aggiungete l’olio, l’aglio e i filetti di acciughe e fate riscaldare a fiamma moderata. Aggiungete la scarola strizzata, le olive e fate insaporire per pochissimi minuti, se serve aggiungete un pizzico di sale, togliete lo spicchio d’aglio e fate raffreddare.

Trascorso il tempo di lievitazione, prendete l’impasto e dividetelo in due parti, una leggermente più grande dell’altra.

Stendete delicatamente la parte più grande, appoggiatela nella teglia leggermente unta e riempite con la scarola.

Ricoprite con l’altra pasta e chiudete bene il bordo premendolo con le dita e rigirandolo poi su se stesso.

Cuocete in forno caldo per 25-30 minuti a 200°C, fino a quando la superficie si sarà dorata.

Selezione Casillo S.r.l.

Via Sant'Elia z.i.
70033 Corato (BA) Italy

P. IVA 06723350721

Num. verde 800 198 416

Resta Connesso

Get it on Google Play